Vetro Appannato

i ricordi
diventan forme immonde
ingiustificate

eccole là
bestie affamate
cospiratrici e sanguinarie

voi bramate
il sangue, da me,
che ve l’ho sempre concesso

vi nascondete
dietro al vetro
appannato dal tempo

distorto e sciolto
dall’attrito degli anni
piovuti

lì dietro
potete truccarvi
diventare i miei mostri

disgraziati vi gettate
orrendi su di me
per l’unica mia colpa

di non sapervi riporre
come si fa
con un paio di calzini.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Mezze Poesie. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...