continuum

gravido d’istinti mi sento
e vuoto di parsimonie
inondato però
d’ignavia sterile e malata
 
liquidi emulsionati a forza
nella foga sconsiderata
di dare equilibrio
e uniforme colore
 
inventarsi poi una posologia
una malattia certa
certamente diagnosticata e curabile
io padre e lei figlia
 
non il contrario
Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Mezze Poesie. Contrassegna il permalink.

4 risposte a continuum

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...