in attesa dello spazzino

bluff3

e così non ero io…
seduto al tavolo verde con la mia coppia di 2 in mano, non bluffavo contro al destino, facendo finta di niente: in realtà qualcuno bluffava contro di me.
sei travolto in un attimo quando ti trovi a giocare al tiro alla fune e ti scopri da solo, da una parte… ti accorgi che il tuo compagno sta al di là del nodo.
mi guardo le mani rosse e gonfie dal troppo tirare e il quesito non è più "quando", "se", "dove"… ma è "perché".
così alla fine anche tu ti sei messa in fila, fai la coda per avere il tesserino, diventare un altro merdoso "perché" della mia vita. la mia collezione più ampia e ben assortita, mio malgrado. odio le collezioni in generale.
quando e se capirò sarà sempre tardi, saremo sempre sprecati in ogni modo, gettati a marcire di nuovo sugli scogli, al sole, al sale del mare, buttati lì in attesa della barca mai giunta. distanti come ogni addio, vicini quanto può avvicinare la rabbia.
e così continuo ad essere sprecato… come la mia arte, il mio amore, la mia logica, la mia stupidità. come fossimo rinchiusi assieme nel sacchetto bianco di nylon, a terra perché il cassonetto è colmo… in attesa dello spazzino.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Sunto&Sbuffamento. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...