the final cut… frammenti

YOUR POSSIBLE PASTS
They flutter behind you your possible pasts
Some brighteyed and crazy some frightened and lost
A warning to anyone still in command
Of their possible future to take care
[…]
Do you remember me? how we used to be?
Do you think we should be closer?
[…]
By the cold and religious we were taken in hand
Shown how to feel good and told to feel bad
Tongue tied and terrified we learned how to pray
Now our feelings run deep and cold as the clay
And strung out behind us the banners and flags
Of our possible pasts lie in tatters and rags

I TUOI PASSATI POSSIBILI
S’agitano confusi dietro di te i tuoi passati possibili
Alcuni pazzi e febbrili, altri spaventati e sperduti
Un ammonimento a chi ancora comanda
Di prendersi cura dei loro possibili futuri
[…]
Ti ricordi di me? Di come eravamo?
Pensi che dovremmo esser più vicini?
[…]
Gente fredda e religiosa ci teneva in pugno
Ci insegnavano a sentirci buoni, ci facevano sentire cattivi
Terrorizzati, incapaci di parlare, imparammo a pregare
Ora i nostri sentimenti corrono nascosti, profondi e freddi come argilla
E in fila, alle nostre spalle, le bandiere e gli stendardi
Dei nostri possibili passati sono caduti a pezzi, come stracci

THE HERO’S RETURN
Jesus Jesus what’s it all about?
Trying to clout these little ingrates into shape
[…]
Though they’ll never fathom it behind my
Sarcasm desperate memories lie

Sweetheart sweetheart are you fast asleep, good
‘Cos that’s the only time that I can really talk to you
And there is something that I’ve locked away
A memory that is too painful
To withstand the light of day

When we carne back from the war the banners and
Flags hung on everyone’s door
We danced and we sang in the street and
The church bells rang

But burning in my heart
My memory smoulders on
Of the gunners dying words on the intercom

IL RITORNO DELL’EROE
Gesù, Gesù qual’è il significato di tutto questo?
Cercando di colpire e mettere al posto quei piccoli ingrati?
[…]
Anche se non lo capirebbero mai
Dietro il mio sarcasmo ci sono ricordi disperati

Tesoro, tesoro, dormi profondamente? Bene
Perché solo quando dormi so davvero parlarti
E c ‘è qualcosa che ho chiuso a chiave
Un ricordo troppo doloroso
Per la luce del giorno

Quando tornammo dalla guerra stendardi e
Bandiere sventolavano su ogni porta
Danzavamo e cantavamo per le strade e
Le campane della chiesa suonavano

Ma come un fuoco nel mio cuore
Ancora brucia il ricordo
Delle parole che l’artigliere disse morendo all’interfono

THE FINAL CUT
And if I show you my dark side
Will you still hold me tonight
And if I open my heart to you
And show you my weak side
What would you do
Would you sell your story to Rolling Stone
Would you take the children away
And leave me alone
And smile in reassurance
As you whisper down the phone
Would you send me packing
Or would you take me home
 
Thought I oughta bare my naked feelings
Thought I oughta tear the curtain down
I held the blade in trembling hands
Prepared to make it but just then the phone rang
I never had the nerve to make the final cut
IL TAGLIO FINALE
E se ti mostro il mio lato oscuro
Mi stringerai a te comunque stanotte?
E se t’apro il mio cuore
E ti mostro il mio lato debole
Che farai?
Venderai la storia a Rolling Stone?
Porterai via i bambini
E mi lascerai solo?
E sorriderai per rassicurarmi
Mentre telefoni sottovoce?
Mi farai fare le valigie
O mi porterai a casa?

Pensavo di dover mostrare i miei nudi sentimenti
Pensavo di dover strappare il sipario
Tenevo il coltello con mani tremanti
Pronto a farlo ma poi ha suonato il telefono
Non ho mai avuto la forza di dare il taglio finale

TWO SUNS IN THE SUNSET
In my rear view mirror the sun is going down
Sinking behind bridges in the road
And I think of all the good things
That we have left undone
And I suffer premonitions
 
Confirm suspicions
Of the holocaust to come
 
The wire that holds the cork
That keeps the anger in
Gives way
And suddenly it’s day again
The sun is in the east
Even though the day is done
Two suns in the sunset
Could be the human race is run
 
Like the moment when the brakes lock
And you slide towards the big truck
You stretch the frozen moments with your fear
And you’ll never hear their voices
And you’ll never see their faces
You have no recourse to the law anymore
And as the windshield melts
My tears evaporate
Leaving only charcoal to defend
Finally I understand
The feelings of the few
Ashes and diamonds
Foe and friend
We were all equal in the end
DUE SOLI NEL TRAMONTO
Nel mio retrovisore il sole tramonta
Annega dietro i ponti della strada
E penso a tutte le belle cose
Lasciate da fare
E ho delle premozioni

Sospetti, conferme
Dell’olocausto in arrivo

Il fil di ferro che trattiene il tappo
Che blocca dentro la rabbia
Salta
E all’improvviso è ancora giorno
Il sole è a est
Anche se il giorno è ormai finito
Ci sono due soli nel tramonto
Forse la razza umana è alla fine

Come nell’istante in cui blocchi il freno
E scivoli contro l’autotreno
La tua paura prolunga gli attimi raggelati
E non sentirai mai le voci
E non vedrai mai quei volti
Mai più ricorsi in tribunale

E mentre il parabrezza si scioglie
Le mie lacrime evaporano
Lasciando solo carbone da difendere
Alla fine capisco
Quel che pochi sentono
Diamanti e ceneri
Amico e nemico
Tutti siamo uguali, alla fine

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Minchionate. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...