abiti vecchi e stretti

svestirmi di parti di me, obsolete od aliene, a mio avviso…
ogni giorno mi costringo a portare abiti che non sopporto, che non sento miei.
ciò implicherebbe la presunzione di sapere chi io sia, a prescindere da quello che faccio, perchè considerando le mie azioni, quegli abiti sarebbero perfetti… bella faccia tosta!
ho sempre pensato che una persona è figlia delle proprie azioni, non del proprio nome, dell’aspetto o quant’altro.
ed allora perchè mi trovo a compiere azioni per me aberranti, quasi quotidiane, che mi portano, passo dopo passo, ad allontanarmi dall’immagine che ho di me stesso?
allora qual è la verità? io compio quelle azioni che mi portano ad essere l’"io" che sono, che dovrei essere, ma che non riconosco… oppure è qualcosa di rotto, di sbagliato in me che mi induce ad intraprendere un cammino fatto di azioni che mi fanno allontanare del mio vero "io"?
cos’è sbagliato? il cammino che sto compiendo o il non voler raggiungere la meta alla fine dello stesso? ed io chi cazzo sono? quello che cammina o quello che non vuole arrivare?
Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Esalazioni Mentali Senza Valore. Contrassegna il permalink.

Una risposta a abiti vecchi e stretti

  1. azzurra ha detto:

    Un uomo una volta disse: "Non vi è alcuna ragione per cui un uomo debba mostrare la sua vita al mondo…il mondo non capisce"
    Oggi ti nascondi dietro un falso TE….magari domani ti accorgerai chi sei davvero 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...