giustiziere a colazione

passo il tempo distraendomi immaginando come mi sentirei se qualcosa fosse diverso, anche di poco.
immagino come mi sentirei se esistesse un modo per salvarmi, e io non mi salvo, solo perchè non ne sono a conoscenza.
questi pensieri galleggiano nuvolosi, come la schima sul cappuccino appoggiato al freddo tavolo di marmo, fanno un rumore senza troppo senso, sembrano il vociare della gente in piedi a fare in fretta colazione.
si mescolano ira e solitudine… penso a come mi fa sentire la beretta 98 g elite II 15 colpi tra la giacca grigia, la camicia e il mio costato… come avere un assegno in tasca, un credito lì pronto ad essere riscosso, uno sfogo d’ira senza pari, mai sfogato, solo lì, pronto ad ogni evenienza.
guardo le facce della gente, me le immagino bagnate e rosse del loro sangue… e non mi fa paura l’idea di fare del male, perchè so d’essere giusto, razionale e figlio di puttana. quanto basta per non sentirmi in colpa. il più delle volte. 
Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Esalazioni Mentali Senza Valore. Contrassegna il permalink.

4 risposte a giustiziere a colazione

  1. Mario ha detto:

    o massy complimenti per la scelta…a me piacciano un casino le svalbard…ci andrei anche domani…
     
    ciao
     
    l\’eschimese. 

  2. Giuseppe ha detto:

    Pazzo studia la tecnica… la scia perdere le boiate!!!!
    Caffettino domani?
    Sono a Massa tutto il giorno!!!
     
    Ciao!!!
     

  3. Laura ha detto:

    Stai a sentire questo pervertito adulatore
    Che si regge su piedi stanchi
    Che va in cerca nella necessità di un po\’ di sonno
    Che non arriva?

    Questa intricata, torturata confusione
    Questo letto di colpevolezza
    Che brama un po\’ di riposo
    E si sente intirizzito

    Cosa ti aspetti da me?
    Cos\’è che vuoi?
    Qualunque cosa tu abbia progettato per me
    Non sono la persona adatta

    Un appetito maligno
    Mi visita ogni notte
    E Non sarà soddisfatto
    E Non sarà rinnegato

    Un dolore insopportabile
    Che sta battendo nella mia testa
    Che lascia il marchio di Caino
    Proprio qua dentro

    Cosa si suppone che io faccia
    Quando tutto ciò che ho fatto
    Ci sta portando a concludere
    Che non sia io il prescelto?

    Qualunque cosa abbia fatto
    Ho fissato la canna di una pistola

    Hai bisogno di qualcosa da me?
    Ti stai divertendo?
    Non sono mai stato d\’accordo sull\’essere
    Quello santo per te

    Qualunque cosa abbia fatto
    Ho fissato la canna di una pistola

  4. Eli. ha detto:

     AUGURIIIIIIIIIIIIIIIIIII!!!!!!
     DI UN BUON COMPLEANNO MASSI
     TVB UN GROSSO BACIO
     

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...