risvegli

un fiume senza mani
serpente color oceano
dipingi un sentiero
persino troppo facile

ho dimenticato per poco
le cose che mi dico
come fossi mio figlio e
mi spaventasse aver paura

lacci di scarpe mai legati
un fare e disfare senza senso
sogno il vacuo e dissonante
tentativo d’esistere

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Mezze Poesie. Contrassegna il permalink.

2 risposte a risvegli

  1. ma6699 ha detto:

    è bello sentirsi capiti
    soprattutto quando tutto diventa solo una rarità..
    un abbraccio.. A PRESTO.. mony

  2. Laura ha detto:

    Spesso il male di vivere ho incontrato:
    era il rivo strozzato che gorgoglia,
    era l\’incartocciarsi della foglia
    riarsa, era il cavallo stramazzato.
     
    Bene non seppi; fuori del prodigio
    che schiude la divina Indifferenza:
    era la statua nella sonnolenza
    del meriggio, e la nuvola, e il falco alto levato.
    Montale ( uno dei miei preferiti )

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...