la siepe

un’altra volta non posso guardare oltre la siepe.
ma non è colpa mia.
non si puo mai dire quanto si è aggrappati alla vita, anche alle cose stupide quotidiane, che stupide alla fine non sono mai quando riesci a vederle con occhi diversi.
ma non si riesce da soli, ci pensa la sorte, dio, il nome non importa, conta la tegola che si stacca d’improvviso dal tetto, e crea la sua ombra sulla tua testa. in quel cambio di luce rimani sorpreso, sbigottito.
anche fare un passo, respirare, è tutta un’altra cosa.
e non si puo guardare oltre la siepe… c’è solo da saltare, vedere come va.
sto gia facendo la conta delle cose non dette, delle persone mai più riviste, è angosciante.
non so dire se sono piu triste o spaventato…
 
Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Sintetiche Esclamazioni. Contrassegna il permalink.

2 risposte a la siepe

  1. Francesco ha detto:

    o massi……… dio ti benedica ta…..ti vengo a trovare presto……

  2. paseule ha detto:

    Quella siepe mi ricorda "l\’Infinito" di Leopardi, che a pessimismo ti somiglia parecchio…; la siepe che" da tanta parte il guardo esclude.."Godi del non poter guardare oltre, non pensare a lei come ad un ostacolo, immagina cosa ci potrebbe essere, sogna cosa vorresti che ci fosse dall\’altro lato del muro.E poi prendi coraggio e salta nel buio, tranquillo ,non ti farai male.ne sono certa.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...